fbpx

Fulvio Bianconi alla Venini

By Le Stanze del Vetro
ISBN 885723007

Grafico, illustratore e designer, Fulvio Bianconi (Padova, 1915 – Milano, 1996) dal primo dopoguerra frequenta la vetreria di Paolo Venini con cui instaura una significativa collaborazione che, protrattasi per buona parte degli anni cinquanta, porta alla nascita di straordinarie serie di coloratissimi vetri muranesi che riassumono in sé l’entusiasmo del decennio segnando il gusto di un’epoca. Negli anni sessanta e ottanta-novanta, seppur episodicamente, l’artista rinnoverà il suo rapporto con la fornace disegnando altre piccole serie. Il volume, frutto di un’approfondita ricerca basata prevalentemente su materiale inedito proveniente dall’Archivio Storico Venini, ripercorre questa entusiasmante esperienza vissuta da Bianconi illustrando l’intera produzione ideata per la celebre vetreria. Si tratta di circa cinquecento modelli che comprendono vasi e coppe dalle forme originali e dall’esuberante, ma ricercato, tessuto vitreo policromo (pezzati, scozzesi, a fasce ecc.). Vi sono poi divertenti animali, ma anche un numero rilevante (centottanta circa) di briose e ironiche figurine di vetro spesso ispirate con libertà ad alcuni tipi della Commedia dell’arte come Arlecchino e Pulcinella, ma anche ai costumi regionali e a quelli d’epoca e altri, che raccontano dell’estrosa creatività di questo versatile e fecondo artista.